PESCA A FONDO

Andare in basso

PESCA A FONDO

Messaggio  ^ VINCE ^ il Lun Apr 19, 2010 11:34 pm

La PESCA a fondo è di sicuro la tecnica più diffusa tra noi pescatori,penso che chi prima e chi dopo abbia comunque avuto a che fare con questa tipologia di PESCA , anche perchè considerati i costi di attrezzatura non eccessivamenti elevati, e la facilità nel praticarla è a portata di tutti. Di sicuro rimane una delle tecniche che nei periodi adatti, non ch'è dalla primavera all'autunno inoltrato ci da la possibilità di portare a casa dei bei panieri e a volte con prede di grande taglia. Il tutto gira intorno ad una canna, un piombo e l'esca che lanceremo facendola appogiare sul fondale (ovviamente con questa espressione ho semplificato, ma vedremo più avanti le attrezzature), abitat di molte specie grufolatori, tra i quali la mormora, l'orata, il sarago, l'ombrina, la sogliola, la triglia, la tracina, gronghi,( e se l'esca viene flotterata) anche spigole, pagelli e sugarelli..

LE ESCHE:
Abbiamo una vasta scelta di anellidi tra i quali, l'arenicola (che rimane la madre delle nostre esche), l'americano, il saltarello coreano, tremolina, muriddu, verme di rimini ecc. ecc. Da non sottovalutare comunque il filetto di sarda, il granchio (ottimo per le orate) e molluschi in generale..

LE CANNE :
Negli ultimi anni, il carbonio ha preso il sopravvento, per cui ormai le canne che troveremo in commercio saranno di questo materiale, per lo più le canne che vengono usate sono telescopiche, con azioni che variano dai 90gr ai 150gr, canne capaci di scagliare piombi lontani, ogni volta che avremo bisogno di farlo per trovare il posto proficuo, ma allo stesso tempo dotate di una vetta morbida pronta a segnalarci anche la minima abboccata.

I MULINELLI:
I mulinelli usati in questa tecnica, sono per lo più fissi, apposta per la semplicità d' uso, per via dei numerevoli lanci e recuperi che andremo e fare, di peso piuttosto leggero, possibilmente con bobine di grosso diametro, che facilitano la fuoriuscita del filo e di conseguenza, che allungheranno la distanza di gittata di qualche metro.

I FILI:
I fili usati in questa tecnica, secondo il mio parere, vanno in base ai gusti e le esigenze di chi ne fa uso, io personalmente da quando ho avuto
delle perdite di prede di taglia, non scendo mai sotto lo 0,22 seguito sempre da un buon shok leader conico o parallelo (quà è sempre questione di gusti).

I TERMINALI/MONTATURE:
Secondo il mio parere personale, il terminale è il pezzo più importante di tutta l'attrezzatura, a volte basta allungare o accorciare un bracciolo, per far si che la pescata cambia in meglio o in peggio. I più usati sono: Con piombo scorrevole, pater noster, short, long arm , calamento alla genovese, santissima.

Ovviamente questo rimane il mio personale parere, in base alla mia esperienza, per cui qualunque altro parere è gradito..
saluti vince...
avatar
^ VINCE ^
^ ADMIN ^
^ ADMIN ^

Messaggi : 249
Data d'iscrizione : 18.04.10
Età : 42

Visualizza il profilo http://tuttopescaonline.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum